Associazione per Santo Stefano in Ventotene ONLUS

Antonio Perucatti. Quel criminale di mio padre

  • presidenza
  • Nessun commento

Antonio Perucatti. Quel criminale di mio padre

“Stare dalla parte dei detenuti non vuol dire difenderne la scelta criminale bensì sostenere il diritto delle loro anime di purificarsi con equa espiazione, riconciliandosi con la società”. Così scriveva Eugenio Perucatti,  direttore dell’ergastolo di Santo Stefano dal 1952 al 1960. Una frase che suo figlio Antonio riporta nella quarta di copertina del libro nel quale racconta la storia dell’uomo che cercò di cambiare Santo Stefano, di farlo diventare un carcere modello. Spingendo così avanti la sua sperimentazione da farlo quasi diventare un “criminale”, cioè un uomo che stava agendo al di fuori della legge. Un testo che non si può non leggere se si vuole capire cosa è stato l’ergastolo di Santo Stefano e ripercorrere anni cruciali della sua storia

Antonio Perucatti. Quel “criminale di mio padre”. Ultima spiaggia, 2014, pp. 287

Author: presidenza

Lascia un commento

Translate »