Associazione per Santo Stefano in Ventotene ONLUS

Il 26 giugno incontro su Eugenio Perucatti e la sua esperienza a Santo Stefano

  • Giulia
  • Nessun commento

Il 26 giugno incontro su Eugenio Perucatti e la sua esperienza a Santo Stefano

Foto di Raffaella Mariniello

L’Associazione per Santo Stefano in Ventotene Onlus, in collaborazione con l’Archivio storico-Centro di ricerca e documentazione sul confino politico e la detenzione – Isole di Ventotene e Santo Stefano e l’Università degli Studi Roma Tre, con il patrocinio del Comune di Ventotene, promuove un incontro sull’esperienza di Eugenio Perucatti, direttore del carcere di Santo Stefano dal 1952 al 1960.

L’evento si svolgerà il 26 giugno alle 10 presso il Centro polivalente “Umberto Terracini” di Ventotene, in occasione della presentazione del volume di Perucatti “Perché la pena dell’ergastolo deve essere attenuata”, riedito nel 2021 da Editoriale Scientifica. Tra gli ospiti interverranno la ministra della Giustizia Marta Cartabia e la Commissaria straordinaria del Governo per il restauro e la valorizzazione dell’ex carcere borbonico di Santo Stefano Silvia Costa.

Eugenio Perucatti (Napoli, 1° dicembre 1910 – Roma, 3 maggio 1978) ha diretto l’ergastolo di Santo Stefano dal 1952 al 1960. Vent’anni prima della legge di riforma carceraria del 1975 attuò con successo a Santo Stefano un trattamento penitenziario sperimentale volto al ravvedimento e alla rieducazione dei detenuti. Sotto la sua personale responsabilità, Perucatti cercò di dare dignità alla degradante condizione carceraria, facendo riferimento al dettato costituzionale (art. 27) relativo alle finalità rieducative della pena, valorizzando i rapporti personali con i detenuti e promuovendo sull’isola molte attività dirette al loro
recupero (lavoro agricolo e artigianale, istruzione, pratiche religiose, rapporti con i familiari).

Ecco il programma dell’evento

Author: Giulia

Lascia un commento

Translate »