Associazione per Santo Stefano in Ventotene ONLUS
  • Giulia
  • Nessun commento

Renzi: “Draghi ritiri fuori dal cassetto il progetto Ventotene”. Costa: “Ho già rimesso in moto il recupero dell’ex ergastolo di Santo Stefano”


“Come sarebbe bello, signor presidente, se lei potesse ritirare fuori dal cassetto, in parte è stato fatto negli ultimissimi mesi, quel grande progetto Ventotene che avevamo lanciato con la cancelliera Merkel e con il presidente Hollande, per fare di Ventotene l’isola nella quale formare le nuove generazioni, in particolar modo nei luoghi dove Sandro Pertini ha vissuto il suo confino e la sua prigionia”. Con queste parole – riportate da AgCult – nell’Aula del Senato, il leader di Italia Viva, Matteo Renzi si è rivolto al presidente del Consiglio dei ministri, Mario Draghi, nel corso delle dichiarazioni di voto sulle risoluzioni presentate in seguito alle comunicazioni di Draghi sul Consiglio Ue.

Il 30 gennaio del 2016, infatti, Matteo Renzi, che al tempo era presidente del Consiglio, visita Ventotene e Santo Stefano con il Ministro dei beni culturali Dario Franceschini e il Governatore del Lazio Nicola Zingaretti. Viene annunciata l’idea di realizzare a Santo Stefano un Centro di formazione europeo. Quel giorno è una delle prime tappe della storia del progetto di recupero dell’ex ergastolo.

“Per quasi quattro anni dalla sua presentazione, il progetto è rimasto nel cassetto. Oggi, grazie alla decisione del governo precedente e su impulso del ministro della Cultura, Dario Franceschini, sono stata nominata Commissario Straordinario e ho rimesso in moto il progetto insieme alle amministrazioni che coordino e Invitalia”. Così Silvia Costa, Commissario straordinario del governo per il recupero e la valorizzazione dell’ex carcere borbonico, commenta con AgCult le parole del leader di Italia Viva. “Dopo anni di delusione, abbiamo in pochi mesi salvato le risorse del Cipe – continua Costa – approvato sia il piano operativo che il cronoprogramma, avviato i lavori di messa in sicurezza in somma urgenza e definito il futuro della destinazione del Panopticon, che conterrà uno spazio espositivo dedicato alla storia del carcere e dell’evoluzione della cultura della pena in Italia in Europa ed ospiterà attività di formazione per giovani europei e del Mediterraneo”.

In particolare, per celebrare l’ottantesimo anniversario del Manifesto scritto da Altiero Spinelli, Ernesto Rossi ed Eugenio Colorni durante nel confino dell’isola di Ventotene, Costa sta definendo con il Comune e con le associazioni europeiste e federaliste un’importante serie di iniziative ed eventi, “a cui mi auguro parteciperà anche il presidente del Consiglio Draghi e i nostri parlamentari italiani ed europei”. Il Commissario ha aggiunto: “Mi auguro anche che l’iniziativa del Sindaco, da me condivisa, di proporre il Comune di Ventotene per il Marchio del patrimonio europeo possa essere accolta dalla Commissione europea”.

Author: Giulia

Lascia un commento

Translate »