Associazione per Santo Stefano in Ventotene ONLUS
  • Giulia
  • Nessun commento

Ventotene luogo della memoria. Il 17 settembre workshop su Santo Stefano

Ventotene è “luogo della memoria”. La decisione è stata adottata dal Consiglio regionale del Lazio con 34 voti favorevoli e uno contrario. La legge – a prima firma Alessandro Capriccioli di +Europa – ha come titolo “Riconoscimento di Ventotene come luogo della memoria e di riferimento ideale per la salvaguardia dei valori comuni ispiratori del processo di integrazione europea”.

Il presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti, ha scritto un post su Facebook: “L’isola di Ventotene è il luogo in cui Altiero Spinelli, Ernesto Rossi ed Eugenio Colorni hanno dato vita al sogno dell’Europa unita. Un ideale per cui noi continuano a impegnarci. Un progetto che ha garantito decenni di pace e prosperità dopo secoli di guerre e conflitti. Nella mia regione abbiamo approvato una legge che valorizza Ventotene come luogo della memoria. La tragedia e la crisi di questi mesi ci hanno mostrato il volto di un’Europa utile e, nello stesso tempo, da difendere e rilanciare per i suoi cittadini. Orgoglioso del Lazio che rende più forti le radici comuni”.

Il Commissario straordinario del Governo per il recupero e la valorizzazione dell’ex carcere borbonico dell’isola di Santo Stefano – Ventotene, Silvia Costa, ha commentato: “Apprezzo molto il contenuto e lo spirito della Legge regionale approvata ieri su proposta del Consigliere regionale Alessandro Capriccioli per il riconoscimento di ‘Ventotene quale luogo della memoria’ e di riferimento dei valori ispiratori del processo di integrazione europea, istituendo la giornata di Ventotene, ‘isola d’Europa’, nell’ambito della settimana della Cultura europea della regione Lazio”.

In un’intervista a AgCult Costa ha aggiunto queste parole: “L’iniziativa si salda, con la proposta del Sindaco Santomauro – da me incoraggiata – di proporre la candidatura del Comune di Ventotene, con le sue due isole, per ottenere il marchio del ‘Patrimonio europeo’. Il 16 settembre parteciperò a Ventotene, a un’importante iniziativa dal titolo ‘Comune di Ventotene: due isole, una sola storia europea. Verso la candidatura per il marchio del patrimonio europeo’, cui parteciperanno rappresentanti del Mibact, di istituti storici e culturali, della Rai, dell’associazionismo e delle imprese ed a cui interverrà il presidente del Consiglio regionale, Mauro Buschini“.

Convinta del valore di un progetto integrato fra le due isole, il giorno dopo, il 17 settembre, Costa ha promosso, sempre con il Comune di Ventotene, un workshop dal titolo: ‘Verso il Progetto per S. Stefano: integrato, partecipato, europeo’, che sarà un’occasione di confronto e di partecipazione della comunità locale, delle associazioni e delle istituzioni. Dalle 17 alle 19 il workshop si articolerà in forma di dialogo, con metodo sintetico, nell’ambito degli assi tematici sui quali il progetto si regge: storia e cultura, ambiente e natura, Europa ed euromediterraneo. Sono stati invitati a intervenire anche Guido Garavoglia, presidente dell’Associazione e Pier Vittorio Buffa, giornalista e scrittore, membro del direttivo dell’Associazione e Alessandro Capriccioli, presidente della Commissione Europa al Consiglio regionale e prima firma della legge regionale che ha reso Ventotene un luogo della memoria.

Il gruppo di esperti che Silvia Costa ha selezionato per integrare lo studio di fattibilità di Invitalia sarà presente e pronto ad ascoltare le idee delle associazioni e delle realtà locali. L’incontro è pensato per offrire tutti gli spunti raccolti nel tempo ai quattro consulenti: Stefano Baia Curioni dell’Università Bocconi di Milano e direttore della Fondazione Palazzo Te di Mantova, Rita Biasi dell’Università della Tuscia, Marco Causi dell’Università Roma3 e dell’associazione Economia della Cultura e Francesco Collotti architetto e docente dell’Università di Firenze. Ognuno di loro, dopo il workshop, scriverà una relazione in base alle proprie competenze che sarà poi integrata alle altre in un testo unico e condivisa con Invitalia. Tra gli invitati, che devono però ancora confermare la loro presenza,  Dario Franceschini ministro per i Beni e le attività culturali e del turismo, Giuseppe Provenzano, ministro per il Sud e la coesione territoriale, e Lorenza Bonaccorsi, sottosegretaria del Mibact.

(g.c.)

Author: Giulia

Lascia un commento

Translate »