Associazione per Santo Stefano in Ventotene ONLUS

Al via la gara di appalto per la messa in sicurezza dell'ex carcere di Santo Stefano. Il budget è di 9 milioni

  • Giulia
  • Nessun commento

Al via la gara di appalto per la messa in sicurezza dell’ex carcere di Santo Stefano. Il budget è di 9 milioni

Il progetto di recupero e valorizzazione dell’ex carcere di Santo Stefano in Ventotene ha ingranato la marcia giusta. Il 15 marzo sarà pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale dell’Unione europea il bando per i lavori di messa in sicurezza che riguardano l’ex ergastolo, le cisterne, il cimitero, i sentieri e i muretti a secco che li costeggiano.

Oltre alle operazioni necessarie per rendere sicuro il percorso di visita all’ex carcere, il bando prevede anche un parziale restauro del Panopticon che consentirà, già al termine di questo intervento, di poterne fruire quasi nella sua configurazione finale. Gli interventi, che avranno un budget di 9 milioni di euro sul totale dei 70 milioni stanziati per il progetto, saranno improntati alla totale conservazione del carattere e dell’identità dei luoghi, che ancora testimoniano le drammatiche condizioni di vita dei detenuti. I lavori saranno green: verrà limitato al massimo l’impatto dell’intervento sull’ecosistema dell’isola di Santo Stefano ai fini della sostenibilità. In più, dato che il progetto è stato immaginato come “pilota” e come recupero esemplare, durante l’esecuzione dei lavori, la cui durata è stimata in 765 giorni, sarà possibile effettuare visite guidate al cantiere e organizzare cantieri scuola. Grazie anche ai lavori già avviati in somma urgenza, quest’estate sarà garantita la ripresa delle visite guidate all’ex Carcere.

“Sono molto felice del fatto che stiamo rispettando l’impegnativo cronoprogramma grazie allo spirito di collaborazione con le amministrazioni coinvolte e all’impegno di Invitalia, che è il soggetto attuatore – ha commentato il commissario straordinario del governo Silvia Costa – Dopo aver avviato i lavori in somma urgenza a novembre per far fronte ai rischi di crolli immediati, da oggi si avvia concretamente il recupero completo del bene”.

Il cronoprogramma è serrato ma, per ora, ogni tappa è stata raggiunta nei tempi prestabiliti. E la squadra del Commissario sta lavorando in parallelo anche su altri fronti, come il progetto dell’approdo, già predisposto e presentato alla comunità di Ventotene, che sarà sottoposto a breve alla Conferenza di Servizi, e lo studio di fattibilità, che è pronto per essere approvato alla fine del mese di marzo e che sarà alla base del concorso internazionale di progettazione, la cui pubblicazione è prevista entro fine luglio. (g.c.)

Author: Giulia

Lascia un commento

Translate »