Associazione per Santo Stefano in Ventotene ONLUS

Inaugurato l'Infopoint sull'isola di Ventotene. Costa: "Stiamo lavorando con la comunità"

  • Giulia
  • Nessun commento

Inaugurato l’Infopoint sull’isola di Ventotene. Costa: “Stiamo lavorando con la comunità”

credits: AgCult

Da oggi, 15 aprile, sull’isola di Ventotene per i turisti sarà più facile trovare informazioni di qualità sull’arcipelago di Santo Stefano e Ventotene: è stato inaugurato infatti un Infopoint che racconterà la storia del progetto di recupero dell’ex carcere di Santo Stefano e, allo stesso tempo, l’offerta turistica e culturale di Ventotene, grazie alle risorse del Piano di comunicazione e su iniziativa del Commissario del governo, Silvia Costa. “Una piccola ma simbolica realizzazione che abbiamo fortemente voluto, che segue l’approccio che abbiamo scelto, ovvero quello del coinvolgimento di tutta la comunità. Abbiamo pensato di dare un segnale che si lavora tutti insieme, il Comune, la Pro loco e il Commissario. Con questo Infopoint dimostriamo lo spirito che c’è dietro”, ha detto Costa durante l’inaugurazione.

L’infopoint si trova alla Stazione marina, sarà gestito dalla Proloco e accoglierà i visitatori italiani e stranieri al loro arrivo a Ventotene. Ha pannelli descrittivi in italiano e in inglese e diversi monitor per proiettare video e fotografie. Una delle sue finalità è quella di spronare i visitatori a programmare il loro ritorno, anche destagionalizzato. Gli esperti di marketing hanno infatti indicato tra gli obiettivi da perseguire anche l’incoraggiamento del cosiddetto repeat tourism.

La cerimonia di inaugurazione, che si è svolta nei criteri di sicurezza per il contenimento del Covid, è stata breve ma molto simbolica per la comunità dell’isola. Hanno preso la parola diverse persone che rappresentano le istituzioni e le realtà locali come il presidente della provincia di LatinaCarlo Medici, la responsabile della ProlocoRosa Maria Curcio e il sindaco di Ventotene, Gerardo Santomauro che ha detto: “Vediamo realizzarsi finalmente un sogno. L’Infopoint è un momento importante di tutto il progetto, un progetto che sarà caratterizzato dalla forte volontà di comunicazione: vogliamo che si sappia cosa si sta facendo e cosa si farà in futuro, la nostra speranza più grande è che ci sia la partecipazione della cittadinanza alle scelte che si stanno compiendo”.

credits: AgCult

L’assessore allo Sviluppo Economico della Regione LazioPaolo Orneli, ha aggiunto in un messaggio: “La Regione Lazio vuole sostenere ed accompagnare il progetto che il Commissario sta portando avanti con dedizione e tenacia, contribuendo a renderne partecipe tutta la comunità di Ventotene”. “Oggi è una giornata importante non solo per Ventotene ma anche per l’Italia e per tutte le isole minori, che sono ricchezza culturale, economica e sociale”, ha evidenziato il presidente dell’Associazione nazionale comuni isole minori (Ancim) e sindaco di Forio, Francesco Del Deo.

Il progetto di recupero va avanti a ritmo serrato: nello stesso giorno dell’inaugurazione dell’Infopoint infatti è stato annunciata la conclusione dei lavori di messa in sicurezza in somma urgenza dell’ex ergastolo. Il dottor Fabio Finazzer di Invitalia ha sottolineato la puntualità del Commissario: “Non ho mai visto un progetto così puntuale nella sua realizzazione, se non in anticipo, rispetto al cronoprogramma. Abbiamo scelto con Costa di dar conto di quello che si fa, gradualmente: oggi non stiamo solo inaugurando l’Infopoint, ma stiamo inaugurando un punto con il quale diamo conto di quello che stiamo facendo e di quello che abbiamo già fatto. Già prima dell’estate – ha aggiunto – contiamo di poter riaprire, seppur parzialmente, l’accesso all’isola per far vedere cosa si sta facendo”.

“Questo è un Comune speciale che ha queste due realtà importanti: penso che il nostro contributo non sia soltanto quello di preservare e tutelare un bene architettonico che purtroppo è stato nel degrado per oltre 50 anni, ma è anche quello di restituire una memoria e una dignità storiografica. Per questo stiamo lavorando non solo sul contenitore, ma anche sui contenuti e sul contesto, e il contesto si chiama comunità. Spero che le nuove generazioni possano avere il senso di speranza che si può ricominciare a pensare e a progettare in grande”, ha aggiunto Costa rivolgendosi non solo ai presenti ma anche alle persone interessate al progetto che per qualche motivo non hanno potuto recarsi sull’isola e hanno seguito l’inaugurazione in diretta sulle pagine Facebook del Comune di Ventotene, della Pro Loco di Ventotene o del Commissario per il recupero del carcere dell’isola di Santo Stefano.

L’inaugurazione rientrava nel piano di comunicazione per il progetto Ventotene, che comprende anche altri prossimi appuntamenti: il convegno “Dalla memoria il futuro d’Europa: il ruolo della ricerca storica” in programma il 15 maggio a Ventotene, promosso da Silvia Costa d’intesa con il Comune di Ventotene, la Regione Lazio, la direzione archivio dell’Istituto europeo di Firenzela direzione generale archivi del ministero della Cultura e quella del Dipartimento dell’amministrazione penitenziaria, la Biblioteca nazionale centrale e Digital library, l’associazione per Santo Stefano in Ventotene Onlus, il Consiglio Italiano del Movimento Europeol’Istituto Spinellil’Università degli studi Roma Tre di Roma; la mostra fotografica dedicata a Santo Stefano, curata da Marco Delogu, che sarà inaugurata il 19 maggio al Museo Nazionale Romano Terme di Diocleziano a Roma.

Author: Giulia

Lascia un commento

Translate »